mercoledì 16 aprile 2014

Pulciarelli (pulcini di ricciarelli)



INGREDIENTI (per 6/18 pulcini, a seconda della grandezza)

Per i ricciarelli (ricetta semplificata, senza sciroppo di zucchero):
– mandorle sgusciate e pelate, ben asciutte o leggermente tostate: 250 g
– zucchero: 250 g
– scorza di 1 arancia grattugiata 
– cannella: 1/2 cucchiaino
– albumi d’uovo: 2
– farina q.b.
– zucchero a velo q.b.

Per la copertura:
– cioccolato fondente: 250 g
– cioccolato bianco: 250 g
– scorze d’arancia candite
– codette di liquirizia
– granella di zucchero
(opzionale l'aggiunta di peperoncino o altre spezie o rum)

PREPARAZIONE

– Tritare finemente le mandorle con qualche cucchiaio di zucchero, azionando il mixer in modo non continuativo, in modo che le mandorle non si surriscaldino. Quando saranno ben sfarinate, unire il resto dello zucchero, la scorza d'arancia grattugiata e la cannella. Amalgamare bene.
– Sbattere leggermente i due albumi e aggiungerli un po' per volta all'impasto, mescolando con un mestolo di legno.
– Stendere l'impasto a un'altezza di poco più di mezzo centimetro, schiacciandolo con il matterello tra due fogli di carta forno cosparsa di un velo di farina. Togliere lo strato di carta superiore e, con l’aiuto di un coppapasta a forma di uovo, ricavare dall'impasto i ricciarelli e depositarli in una teglia bassa ricoperta di carta forno. Se questo lavoro dovesse risultare difficile, si può prendere una pallina d’impasto e schiacciarla dandole una forma ovoidale. Far riposare i ricciarelli in luogo fresco per una notte, ricoperti con un panno umido in modo che non si secchino.
– Trascorso questo tempo, infornarli a 140°/160° C per 15/20 minuti (oppure a 80° C per 45/60 minuti). Devono rimanere morbidi e colorirsi appena. Farli raffreddare.
– Nel frattempo, preparare tutti gli elementi per le guarnizioni e fondere i due cioccolati. Rivestire di cioccolato fuso i ricciarelli, metà con cioccolato fondente e metà con cioccolato bianco misto a scorza candita tritata. Prima che il cioccolato s'indurisca completamente, decorarli come nella fotografia o a vostro piacimento. Far raffreddare.


Si può trasformare una tradizione natalizia in una pasquale? Ma sì, proviamoci. Confesso di preferire mille volte i dolci natalizi a quelli pasquali. La mancanza di ricciarelli a Pasqua, tanto per fare un esempio, mi spinge spesso alla ricerca dei ricciarelli ricoperti di cioccolato che si trovano a Natale, ma, se li compro in primavera (ammesso che ce ne siano ancora in vendita), non li trovo certo così freschi come tre o quattro mesi prima.

Il problema è anche un altro: sono troppo abituata ai ricciarelli casalinghi, tradizionale fine pasto o merenda nel periodo di Natale, al punto che quelli confezionati, con cioccolato o senza, non mi piacciono granché. Ecco come nasce l'idea di questa ricetta e del nome 'pulciarelli': sono sì ricciarelli, i tipici dolci natalizi, ma ricoperti di cioccolato, tipico ingrediente pasquale, di forma ovoidale e aspetto di pulcini grazie alle decorazioni. Piaceranno ai bambini, ma sicuramente anche ai grandi, soprattutto se al cioccolato si aggiungeranno peperoncino o altre spezie o, perché no, un goccio di rum.

A proposito di bambini: e se anche loro volessero impastare questi dolcetti? Bene, allora vi consiglio di farli in pasta frolla, perché l'impasto dei ricciarelli è un po' appiccicoso (tant'è che è meglio modellarlo con le mani bagnate) e rischiereste di trovarlo spiaccicato dappertutto.


Questa ricetta partecipa alla raccolta di Ricette Pasticcione sul tema Pasquale

http://apprendistipasticcioni.blogspot.it/p/eventi.html