Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da maggio 7, 2012

Penne con i pomodori arrostiti

Per nonna Antonietta la cucina della nostra casa al mare, con quelle due porte, una di fronte all'altra, vicinissime ai fornelli, era il posto ideale per bruciacchiare i pomodori. Il maestrale si portava via quei fumi (ma per me... profumi), misti agli aromi di aglio e basilico, e li diffondeva in giardino, facendo accorrere a scuriosare anche i più appassionati di dolce-far-niente e tintarella.
Ricordo le sue mani paffutelle che spezzettavano il basilico, o sbriciolavano l'origano, e la sua enorme pazienza nello spellare i pomodori dopo averli arrostiti in padella. E ora come fare qui in città, senza la brezza marina? Meglio evitare griglia e padella, anche perché il teflon e la ceramica non mi sembrano rivestimenti adatti ad accogliere residui di bruciature. Il primo passo, allora, sarà quello di accendere il grill del forno e  disporre i pomodori su una teglia in alluminio usa e getta, finché non saranno bruciacchiati... L'ultimo passo? Gustarsi un piatto di pasta al p…