domenica 23 febbraio 2014

Biscotti di frolla alle mandorle con confettura di fragole al cardamomo


INGREDIENTI

Per l'impasto:
Farina di grano tenero 00: 150 g
Farina di mandorle (non zuccherata): 150 g
Zucchero di canna: 100 g
Burro: 100 g
Uovo: 1
Cardamomo verde: 8 capsule

Per la confettura di fragole:
Fragole bio: 250 g
Limone bio: 1 spicchio
Zucchero: 75 g
Maraschino: 1 cucchiaino
Cardamomo verde: 2 capsule

PREPARAZIONE

Confettura di fragole

Lavare velocemente le fragole, privarle delle foglie e asciugarle. Farle macerare nello zucchero, con il succo e la scorza grattugiata dello spicchio di limone, per circa 24 ore, rivoltandole almeno quattro volte.

Frullare le fragole fatte a pezzetti per pochi secondi alla massima velocità, in modo da ottenere un composto liscio. Se non sono graditi i semini, si può passare il frullato al setaccio; metterlo in una casseruola. 

Aprire le capsule di cardamomo, pestarne i semi in un mortaio e unirli al frullato. Portare ad ebollizione e far cuocere per 20 minuti. Alla fine aggiungere il maraschino. Accertarsi che la confettura abbia raggiunto la giusta densità, facendo la solita prova piattino.

Versare la confettura ancora bollente in un vasetto di vetro sterilizzato, chiuderlo, capovolgerlo, e tenerlo così finché non sarà divenuto freddo.


Biscotti

Amalgamare il burro a pezzetti e lo zucchero, unire l'uovo sbattuto. A parte mescolare le farine con i semi di cardamomo estratti dalle capsule e pestati. Aggiungere a poco a poco le farine, impastando il minimo indispensabile per ottenere un panetto alto circa 4 cm. Avvolgerlo nella carta da forno e inserirlo in un sacchetto di nylon ben chiuso. Tenerlo in frigorifero finché non sarà abbastanza solido (circa 3 ore).

Accendere il forno a 180° C. Dare al panetto la forma di un cilindro del diametro di circa 3 cm. Tagliare dei dischetti dal cilindro, possibilmente tutti uguali, del peso di circa 20 g. Con questi pezzetti fare delle palline e poi schiacciarle al centro creando un incavo con il manico di un mestolo di legno. Infornare i biscotti a 180° C per 15/20 minuti circa, facendo attenzione che non si coloriscano troppo. 

Quando i biscotti sono freddi, riempire l'incavo con la confettura di fragole e cardamomo.

Si possono fare anche dei biscottini ad anello con le estremità incrociate (come nella foto), che potrebbero servire come sostegno di fragole fresche (nella foto una fragola "scolpita" a forma di bocciolo di fiore).
La confettura  che risulterà dalle dosi che ho dato avanzerà sicuramente. Meglio così, perché è ottima anche semplicemente sul pane! 




Con questo post partecipo alla raccolta di Ricette Pasticcione, evento ospitato dal blog Apprendisti Pasticcioni: http://apprendistipasticcioni.blogspot.it/p/eventi.html.



lunedì 10 febbraio 2014

Percorso d'amore (Dessert per San Valentino)



INGREDIENTI per 2 persone
(le dosi di cioccolato sono abbondanti perché un po' andrà "perso" nel rivestimento)

Cioccolato fondente: 250 g
Cioccolato bianco: 250 g
Pan di Spagna: 1 disco
Gelatina o confettura di albicocche: 3 cucchiai
Granella di mandorle: 3 cucchiai
Fragole: 250 g
Zucchero al velo vanigliato: 2 cucchiai e mezzo
Sciroppo d'acero: 2 cucchiai
Zucchero semolato: 1 cucchiaio
Lettere L O V E  di cioccolato (potete anche farle colando il cioccolato fuso su carta forno)

PREPARAZIONE

Preparate il nastro di cioccolato fondente il giorno prima, perché dovrà stare in frigorifero. Per prima cosa, ritagliate da due grandi vassoi di stagnola (non i contenitori, proprio i vassoi ovali, più rigidi) due lunghe strisce, che unirete con nastro adesivo. Rifilatene obliquamente i lati in modo da ottenere un nastro che abbia un'estremità a punta e l'altra orizzontale. Modellate il nastro formando tre anse, di grandezza crescente dalla punta all'altra estremità (come nella foto). Accertatevi che il supporto stia "in piedi", rivestitelo di carta da forno e mettetelo su una griglia o, se non l'avete, su un tagliere rivestito di carta forno.

Fondete circa un terzo del cioccolato fondente e spargetelo sul nastro aiutandovi con una spatolina in silicone. Mettete il nastro in frigorifero per 3 ore, dopodiché fondete la metà del cioccolato rimasto e ripetete l'operazione. Rimettete in frigo e, dopo almeno 3 ore, fondete il resto del cioccolato e versatelo sul nastro, lasciandolo liscio o, se preferite, decorandolo a righe con un pennello in silicone. Lasciate solidificare una notte in frigorifero.

La mattina successiva ricavate dal disco di Pan di Spagna 4 coppie di dischetti di larghezza crescente, adeguata alla larghezza del nastro. Spalmate all'interno di ogni coppia la gelatina (o confettura) di albicocche, rivestitene anche le pareti, e rotolate le "tortine" nella granella di mandorle. Fondete 200 g di cioccolato bianco e rivestitele. Mettete al centro la lettera di cioccolato e fate solidificare in frigorifero almeno 3 ore; poi spalmatene la parte inferiore con il resto del cioccolato bianco fuso e "incollatele" così sul nastro, ancora deposto sul supporto di stagnola. Rimettere in frigo almeno 1 ora.

Tenete da parte 2 fragole e frullate le altre insieme allo zucchero al velo. Disponete il frullato a mo' di nuvola su un vassoio che possa contenere il nastro. Rotolate le altre due fragole nello sciroppo d'acero e poi nello zucchero semolato e mettete tutto in frigo.

Al momento di servire togliete il nastro di cioccolato dal supporto… se non avete paura che vada in pezzi, altrimenti lasciatelo così com'è, deponetelo sulla nuvola di frullato di fragole e aggiungete le due fragole.

domenica 2 febbraio 2014

Torta di kamut e ricotta in crosta di nocciole e uvetta



Ingredienti
300 g di farina di kamut
280 g di zucchero finissimo
280 g di ricotta fresca di pecora
2 cucchiai di olio di semi di mais
3 uova
1 bustina di lievito per dolci (12 g)
60 g di uvetta
60 g di  nocciole
Aroma di fior d'arancio (in fialetta)
N.B. Si può omettere l'olio e aumentare la quantità di ricotta, 300 g invece di 280.

Preparazione
Ho acceso il forno a 180° C.
Ho messo a bagno l'uvetta in acqua tiepida.
Ho tritato le nocciole.
Ho montato a lungo le uova con lo zucchero, ho aggiunto la ricotta, l'aroma, la farina e il lievito e ho amalgamato bene. 
Ho messo il composto in uno stampo in silicone e l'ho ricoperto di uvetta asciugata e "infarinata" nelle nocciole, premendola leggermente sulla superficie. Ho coperto con il resto delle nocciole e infornato per 35 minuti.

Questa torta si può fare molto velocemente con una minima attrezzatura per montare e mixare, oppure a mano con un po' più di pazienza. Io ho fatto tutto in pochi minuti col mio vecchio robot da cucina ormai più che trentenne. Per la prima volta ho usato la farina di kamut da sola, senza mescolarla ad altre farine, e devo dire che il risultato è stato sorprendente. Più soffice, più asciutta, più buona, più tutto, insomma. Ottima per essere gustata a colazione o per essere farcita con crema, panna o cioccolato, senza troppi rimorsi, visto che non contiene burro.