Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da aprile 16, 2012

Coniglio alla procidana (di zia Michelina)

Tre antenate, tre conigli... pardon, tre modi diversi di cucinare il coniglio. Nonna Antonietta lo faceva alla maniera procidana. Raramente però gliel'ho visto fare, forse perché, ormai trapiantata in Maremma, doveva cucinarlo diversamente (alla cacciatora) per accontentare il nonno, maremmano DOC. Io ho imparato a farlo così dalla zia Michelina, sorella di Antonietta, durante una memorabile vacanza nell'isola di Procida. 

Ingredienti:

– 1 coniglio di almeno kg 1,200
– olio EVO
– 2 spicchi di aglio
– 1 testa d'aglio intera
– sale
– 5 pomodori secchi
– 10 pomodorini
– 3 bicchieri di vino (bianco di Procida o Ischia, o rosso leggero) + altro vino o aceto per il lavaggio
– prezzemolo



1. Fare a pezzi il coniglio, se non lo è già. Lavarlo con vino (o aceto) e asciugarlo bene, altrimenti non si rosola.
2. Metterlo a rosolare nell'olio caldo, disponendo per ultimi (dopo circa 5 minuti) i pezzi che vanno cotti meno, perché più piccoli: fegato e interiora, nonché le costoline con il le…

Scorzette d'arancia glassate

Ovvero, spicchi di sole. Con un cielo così minaccioso...
Ho lavato 5 arance "biologiche", le ho sbucciate e ho affettato in piccoli spicchi la scorza.



Ho messo le scorzette in una ciotola e le ho ricoperte di acqua. Le ho lasciate in bagno tre giorni in un posto fresco, cambiando l'acqua mattina e sera.




Trascorsi i tre giorni, le ho scolate dall'acqua, pesate (erano 300 gr) e messe in una casseruola rivestita di ceramica, aggiungendovi lo stesso peso di zucchero e un quarto dell'acqua d'infusione (erano 200 ml circa).



Ho fatto cuocere dolcemente mescolando ogni tanto, finché lo sciroppo si è ridotto a un'altezza di qualche millimetro (35/40 minuti). Poi ho alzato un po' la fiamma e rimescolato continuamente per altri 10/15 minuti,



finché lo zucchero è ritornato allo stato solido. A questo punto ho rimescolato energicamente, per raccogliere più zucchero possibile dalla casseruola e ho spento il fuoco.



Ho lasciato asciugare le scorzette su un vassoio per cir…