mercoledì 4 giugno 2014

Ricotta al forno


INGREDIENTI

1 ricotta di pecora (almeno 100 g a persona)
Succo di limone
Erbe aromatiche miste (per esempio aneto, origano, erbe provenzali)
Pepe limonato
Sale rosa dell'Himalaya, macinato 

Foglie di cavolo nero
Un pugno di pinoli
Pane integrale
Mirtilli secchi
Miele di castagno
Olio e.v.o.
Sale rosa dell'Himalaya, macinato

PREPARAZIONE

Dopo aver fatto scolare bene la ricotta nella sua fuscella, sformarla su un foglio di carta da forno deposto su una teglia. Spruzzarla di succo limone e cospargerla di erbe aromatiche e pochissimo sale e pepe limonato. Infornare a 160° C per 2 ore. Se si desidera che si mantenga alta, occorre racchiuderne la base in un coppapasta. Diventa più solida via via che si raffredda.

Tolta la ricotta dal forno, alzare la temperatura a 200° C, in modo da poter fare le chips di cavolo nero e tostare i pinoli e il pane.
Per le chips, lavare le foglie di cavolo e asciugarle bene. Attendere che abbiano perso ogni traccia di umidità, poi massaggiarle con l’olio e cospargerle di sale rosa macinato.
Con le forbici eliminare il gambo e la costa nella parte più spessa. Si formerà così una fessura longitudinale al centro della foglia, sulla quale vanno incrociati a x i lembi inferiori.
Deporre in uno stampino da muffin la foglia divenuta così semichiusa e concava. Infornare a 190° C per 5/10 minuti. Temperatura e tempo dipendono dalla grandezza e dallo spessore della foglia. Controllare che non bruci. La foglia della foto è stata in forno solo 5 minuti, rimanendo così verde. La cosa migliore, comunque, sarebbe abbassare molto la temperatura e prolungare il tempo. Si possono infornare le foglie contemporaneamente alla ricotta e verificare di tanto in tanto se sono pronte.

Dopo aver tostato pinoli e pane, impiattare come nella foto o a proprio piacimento, aggiungendo anche miele e mirtilli secchi.


Se sia un antipasto o un dolce non lo so. So solo che questa mistura di dolce e salato, più l’amaro del cavolo, mi ha stregato. Accompagnata invece da pomodorini e verdure, la ricotta al forno può costituire un piatto unico.

Ringraziamenti: al mio vicino di terrazza, che nel mese di maggio mi ha regalato una pianta di cavolo nero in vaso, ancora vivo e vegeto con questo caldo; al blog Apprendisti Pasticcioni, che ha avuto l'ottima idea di organizzare una raccolta di ricette con la ricotta. Agli amici del gruppo di Facebook Apprendisti pasticcioni, che mi hanno aiutato a scegliere la foto.


Infatti questa ricetta partecipa alla raccolta di Ricette Pasticcione sul tema "È tempo di RICOTTA"