Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2014

Polpette di lenticchie e branzino, con salsa di zucca e cialda di fiori di zucca e parmigiano

Con questa ricetta partecipo al contest «Una lenticchia tira... l'altra» del blog «La Kucina di Kiara».

Questo secondo piatto si compone di vari elementi: lenticchie cotte in acqua con sedano, carota e cipolla; polpette di branzino e lenticchie, alcune rotolate nella paprica, altre in polvere di pistacchi; salsa di zucca, ottenuta con zucca e cipolla frullate a crudo e cotte con un po' di latte; perle di acqua di zucca e cipolla realizzate con agar agar; 'farfalla' croccante di fiori di zucca e parmigiano.
INGREDIENTI per 1 piatto
50 g di lenticchie secche 1/4 di cipolla 1/4 di carota 1/4 di gambo di sedano
1 filetto di branzino 30 g di formaggio fresco spalmabile 1 rametto di origano fresco o timo 20 g di pistacchi 1 cucchiaino di paprica dolce
50 g di zucca 1/4 di cipolla 1 noce di burro 1 clementina maizena q.b latte q.b
2 fiori di zucca piccoli 20 g di parmigiano reggiano
2 fette di pannocchia di mais cotta
1/2 cucchiaino da caffè di agar agar Sale olio extravergine…

Necci

Nuovo appuntamento mensile con la cucina regionale dell’Italia nel piatto; il tema di oggi è “I doni del bosco”. Come ingrediente principale ho scelto la farina di castagne, perché era tanto che mi ripromettevo di usarla per qualcosa di diverso dal solito castagnaccio (ricetta qui). Anticamente in molte zone dell’Appennino Toscano, dove non era possibile coltivare il grano e neppure comprarlo, a causa dell’isolamento o della povertà, la farina di castagne, detta anche farina di neccio, era una delle poche risorse disponibili per panificare, per fare polenta, frittelle e focaccine varie, che da zona a zona cambiavano addirittura nome.
La Toscana è strana. Dici “necci” nel sud della regione e non ti capiscono. Ma anche al nord est... Sono andata in vari negozi di Firenze a chiedere «i testi di ferro per fare i necci» e mi hanno guardata come se parlassi arabo; quando ho spiegato che sono due dischi pesanti di ferro con lunghi manici che servono a cuocere focacette di farina di neccio, c…

Gnocchi al cucchiaio con marroni e porcini

Visto che castagne e marroni sono di stagione, ripubblico oggi una ricetta di un anno fa, non senza qualche piccola variante nel commento. Il condimento è a base di marroni, una varietà di castagna che spesso preferisco, perché i frutti non sono 'settati' e quindi togliere la pellicola è più facile. Completano il condimento porcini, ricotta e pecorino toscani.

Ma che cosa si condisce? Sembrano gnocchi vero? Invece tecnicamente dovremmo definirli ghinefle, il nome che viene dato in Val di Susa a questa sorta di 'quenelles' da formare con due cucchiai, per le quali di solito si usano due tipi di formaggio toma, quello stagionato per l'impasto e quello molle all'esterno, per gratinare. Io invece ho usato parmigiano e pecorino.

Sono pseudo gnocchi che rimangono compatti all'esterno, ma si sciolgono in bocca. La preparazione è molto più veloce rispetto agli gnocchi: qui non si fanno i rotolini, da tagliare a pezzetti, ma si prende l'impasto a cucchiaiate. Per …