mercoledì 4 aprile 2012

Focaccia integrale alle olive

Occorrente: macchina per il pane (indispensabile se, come me, avete dei problemi con le paste lievitate)

Ingredienti:

Farina integrale  407 gr
Acqua  255 gr
Olio  1 cucchiaio per l'impasto e altro olio per la superficie
Zucchero  1 cucchiaino
Sale  1 cucchiaino per l'impasto e altro sale per la superficie
Lievito di birra  12 gr
Erbe aromatiche in polvere (salvia, rosmarino, alloro, timo, basilico,
   maggiorana)
Semi di anice  1 cucchiaino
Olive toscane in salamoia

Mettere tutti gli ingredienti, tranne le erbe, i semi di anice e le olive nella macchina per il pane, programma solo impasto e lievitazione (circa un'ora).
Stendere la pasta alta circa 1,5 cm in una teglia unta d'olio, unendovi le erbe e l'anice. Ungerla e salarla in superficie e farla riposare mezz'ora.
Cospargerla di olive (affondandole leggermente) a cui si sarà tolto il nocciolo e infornarla per 35 minuti a 200 e per 10 minuti a 220 (così per il mio forno, ma... ogni forno è una storia a sé).


Il risultato è simile a quello di una pane basso e croccante. Chiamatela come volete, focaccia alta o pane basso, mangiatela da sola (come golosamente sto facendo io alle 11,30 di sera) oppure farcitela. Ci stanno bene molte cose: feta, ricotta, pecorino, rucola, melanzane... e chi più ne ha più ne metta.

14 commenti:

Lucia ha detto...

Ciao Giovanna, mi piacerebbe fare qsta ricetta (come sai amo il pane integrale), ma non ho la macchina x fare il pane... Verrà bene uguale se si impasta a mano e si fa riposare 1 ora? Grazie!

Giovanna ha detto...

Sì, Lucia, puoi farla anche a mano, ma cambiano le dosi e i tempi di lievitazione. Puoi trovare un'ottima ricetta dell'impasto qui,
http://ale-cucinallegra.blogspot.it/2012/01/focaccia-integrale-con-pomodorini.html
a cui puoi aggiungere gli altri ingredienti che ho messo io: olio, zucchero, erbe aromatiche, olive snocciolate.

lucy ha detto...

Grazie! Di ingredienti mi manca solo il lievito di birra, lo compro e poi provo a farla!
Ma scusa una curiosità, il lievito in polvere quindi non va bene, vero? Che differenza c'è?

Giovanna ha detto...

Se per lievito in polvere intendi quello per dolci, costituito da difosfato disodico e carbonato acido di sodio, non va bene per focacce, pizze, pane e torte salate, per cui si usa il lievito di birra o, meglio ancora, il lievito madre. Esiste anche il lievito secco o in granuli adatto a impasti salati. Rispetto al lievito di birra fresco ha il vantaggio di essere a lunga scadenza e di lievitare in più breve tempo. È venduto in bustine, che a volte si trovano nelle confezioni di preparati per pizze e simili. Se non sbaglio, proprio al piccolo supermercato di Borgo degli Albizi vendono un preparato per pane o focacce ai cereali che comprende anche una bustina di lievito in granuli.

Giovanna ha detto...

Dimenticavo: il lievito madre si chiama anche lievito naturale. Il lievito di birra e il lievito naturale si usano anche per alcuni dolci tradizionali a lunga lievitazione: panettone, pandoro, colomba, schiaccia o pizza di Pasqua, schiacciata fiorentina, schiacciata con l'uva e molti altri.

lucy ha detto...

Ho capito. Intendevo il lievito in polvere per le cose salate; ce l'ho in casa, allora posso provare subito a fare la ricetta!

Giovanna ha detto...

Allora? Hai provato? Com'è andata?

lucy ha detto...

è in forno! speriamo bene...

lucy ha detto...

Ciao Giovanna, la prova è andata molto bene! E' piaciuta anche ai miei genitori, che ti fanno i complimenti.
L'ho mangiata col prosciutto. Era saporita e leggera, va molto bene per la cena, e semplice da preparare, come piace a me.
Mi sono accorta di non avere la maggiorana, ma ho provato a mettere l'origano ed è venuta bene lo stesso!

Giovanna ha detto...

Complimenti Lucia! A quanto pare, sei la prima a eseguire una delle mie ricette. Perché non mi mandi una foto?

lucy ha detto...

Troppo tardi! Quando ho lasciato l'ultimo commento, la focaccia l'avevamo già fatta sparire tutta!
Ci avevo pensato a fotografarla per fartela vedere, ma dato che esteticamente il risultato non era bello come il tuo non volevo sciuparti il blog...

Giovanna ha detto...

Se la focaccia è sparita subito, vuol dire che era buona! Ma che dici, sciupare il blog! E poi c'è sempre l'escamotage di fotografare solo un dettaglio in modo ravvicinato.

lucy ha detto...

Ciao Giovanna, ho fatto anche stasera la focaccia! E' venuta molto buona anche stavolta, complimenti anche dai miei genitori! L'ho mangiata con la mozzarella e con la bresaola. La foto non l'ho fatta neanche stavolta perché non mi era venuta bella tonda, non ho pazienza...
Grazie ancora della ricetta, ciao!

Giovanna ha detto...

Complimenti a te! E che importa se non era tonda? Mozzarella e bresaola mi sembrano un ottimo companatico, anzi confocacciatico! Magari anche una fogliolina di rucola, che ne dici? O quegli ovetti di quaglia di cui si parlava...