lunedì 1 ottobre 2012

Torta rovesciata all'ananas e pinoli



INGREDIENTI

Per il caramello:
– Zucchero di canna: 80 g
– Burro: 20 g

Per la torta:
– Ananas fresco o sciroppato a fette (10 fette): 400 g circa
– Zucchero: 100 g
– Burro: 150 g
– Uova: 2
– Farina: 250 g
– Sciroppo d’ananas: 100 ml
– Latte: 50 ml
– Lievito per dolci: ½ bustina
– Vanillina: 1 bustina (o mezza bacca di vaniglia)
   (oppure 1 fialetta di aroma di arancia)
– Pinoli: 50 g

Per la decorazione:
– Ciliegie candite: 7


PREPARAZIONE

– Accendere il forno a 180°.

Caramello
– Imburrare una tortiera rotonda apribile, di 24 cm di diametro, e ricoprirne la base con un cerchio di carta da forno.
– Spezzettare il burro avanzato (dai 20 g) sulla carta forno e infornare la tortiera per pochi minuti finché il burro è fuso. Spargere lo zucchero di canna sul fondo e farlo fondere in forno. Se preferite, potete farlo caramellare sul fornello. Sistemarvi sopra le fette di ananas sciroppato (o fresco), ben asciutte: una al centro e altre 6 intorno. Tagliare a cubetti le fette rimaste e tenerle da parte. Mettere qualche pinolo  (solo 10 g circa) negli spazi rimasti vuoti tra le fette.

Impasto e decorazione
– Montare lo zucchero con il burro, unire le uova una alla volta, poi la farina setacciata con il lievito e la vanillina (o i semi del baccello di vaniglia o l'aroma di arancia). Per far prima, si può usare ovviamente un robot da cucina o, ancora meglio, una planetaria.
– Aggiungere il succo di ananas e il latte, i cubetti di ananas e il resto dei pinoli. Amalgamare bene e versare nella tortiera.
– Infornare e cuocere 40/45 minuti a 170/180° in forno statico. Nel forno ventilato 20 gradi di meno.
– Tolto il cerchio apribile della tortiera, rovesciare la torta sul piatto da portata. Sollevare la carta da forno lentamente e con attenzione in modo da non sciupare il caramello.
– Decorare con le ciliegie candite, inserendole nei "buchi" dell'ananas.

Questa è una versione mia personale della torta rovesciata all'ananas: in quella tradizionale i pinoli non ci sono. Mi chiedo perché nessuno ci abbia pensato. Secondo me ci stanno benissimo.
Tempi e temperatura non sono uguali per tutti i tipi di forno. Nelle ricette della torta rovesciata ho visto che ci sono tempi e temperatura completamente diversi. In quella di "Giallo Zafferano" leggo addirittura 1 ora a 180°: se avessi  fatto così, avrei tirato fuori dal forno un pezzo di carbone! Perciò, navigare a vista!
Come tutte le torte di frutta, è meglio mangiarla tiepida e finirla in giornata. Vi assicuro che non sarà difficile...

2 commenti:

bricolage.ricette ha detto...

questa torta mi piace proprio, in genere non ci metto i pinoli, però penso che ci stiano proprio bene, la prossima volta seguirò la tua ricetta

Acquacotta e fantasia ha detto...

si potrebbero anche mettere i lamponi al posto delle ciliegie...