sabato 29 giugno 2013

Spirale biancorossomangiare



Nuova ricetta per la IV sfida della gara "Tutti cuochi per teindetta da Cuoco di Fulmine & Ponti: il tema è "Hey, sono un cuoco 5 stelle".
Confesso di essermi ispirata a una preparazione di Adrià Ferran, che però non so assolutamente che cosa sia e di quali ingredienti sia composta. Ma non riuscendo mai a dimenticare le antiche tradizioni, ho voluto contaminare di riso e di rosso, nonché di latte di soia, l'artusiano 'biancomangiare'.

Ecco gli ingredienti obbligatori per la sfida:

Ed ecco la mia ricetta. Crema di riso originario (con coda di rospo, mandorle, latte di soia, basilico), su cui si adagia una spirale di riso rosso, sormontata da riso originario rosato (con pomodori secchi e barbabietola): in partenza per l'orbita un calamaretto profumato al pesto di basilico.

INGREDIENTI per 1 piatto

– Riso originario 70 g
– Riso rosso 20 g
– Barbabietola (precotta) mezza
– Latte di soia e acqua 100 ml circa
– Coda di rospo (rana pescatrice) 40 g
– Calamaretto 1
– Mandorle 10
– Basilico 2 foglie 
– Pesto di basilico, olio, sale, aglio, pinoli e parmigiano (vedere qui) 1 cucchiaio scarso
– Pomodori essiccati Ponti 2
– Glassa gastronomica Ponti q.b.
– Condimento Dolce Agro Ponti 1 cucchiaio
– Olio extravergine di oliva q.b
– Sale q.b.

PREPARAZIONE

– Dopo aver lessato in acqua salata il riso rosso per 40 minuti, condirlo con un po' di olio e.v.o.
– Lessare 40 g di riso originario in metà acqua salata e metà latte di soia (aggiungendo latte di soia, se necessario), con 2 foglie di basilico (20 minuti). Alla fine togliere il basilico. Non dovrà rimanere del liquido nella casseruola, ma un fluido cremoso. Condire con un po' di olio e.v.o.
– Intanto rosolare in olio e.v.o. la coda di rospo e sfumare con il condimento Dolce Agro Ponti. Cuocere ancora pochi minuti, aggiungendo un po' di acqua di cottura del riso.
– Cuocere gli altri 30 g di riso originario (15 minuti) in acqua salata con la mezza barbabietola tritata, in poca acqua, facendo in modo che non resti acqua da scolare. Condire con un trito di pomodori essiccati Ponti e sgranare.
– Frullare le mandorle fino a ridurle in farina, unire nel mixer la polpa della coda di rospo e i 40 g di riso cotto in bianco, fino a ottenere una crema. Se, necessario, aggiungere latte di soia.
– Pulire il calamaretto, staccandone testa e tentacoli. Cuocere il tutto in acqua salata facendo bollire solo 1 minuto. Riempire il calamaretto con un po' di riso alla barbabietola e pomodori secchi, amalgamato con il pesto di basilico. Chiudere con la testa del calamaro, facendo in modo che fuoriesca un po' di pesto.


IMPIATTAMENTO

Creare un cerchio con la crema di riso bianca. Sovrapporre una spirale di riso rosso, sormontata di riso alla barbabietola e pomodori secchi. Nel punto in cui inizia la spirale, mettere il calamaretto ripieno e decorarlo con un rigo di glassa gastronomica Ponti.


Spirale biancorossomangiare (fotografata alla luce serale)




Nessun commento: