lunedì 13 gennaio 2014

Un insolito dessert

Un dessert al cucchiaio che voleva essere una minestra, ma ci riuscì solo in apparenza: prese l'aspetto di un'invitante crema di legumi primaverile, ma non perse il sapore dolce e speziato.

dessert al cucchiaio crema vin santo e cannella quenelle zucca brutti boni


INGREDIENTI per 2 persone

Per i BISCOTTI “BRUTTI BONI” (indico per praticità le dosi per 1 albume, anche se di biscotti ne verranno più del necessario)
1 albume
80 g di zucchero
1 cucchiaino di miele
50 g di mandorle spellate e tostate
50 g di nocciole spellate
2 semi di coriandolo
1 cucchiaino di scorza di arancia grattugiata
1 cucchiaio di farina e una noce di burro per infarinare la teglia

Per le QUENELLES DOLCI di ZUCCA
100 g di polpa di zucca
20 g di zucchero di canna
100 ml di latte intero
2 amaretti
25 g di mandorle spellate e tostate
1 cucchiaino di zucchero

Per la CREMA al VIN SANTO e CANNELLA
2 tuorli
40 g di zucchero
30 g di sciroppo di acero
200 ml di latte scremato
1 cucchiaio di fecola
2 cucchiai di Vin Santo
1 pizzico di cannella

Per la DECORAZIONE
Ciliegie da cocktail, fiori eduli (qui viola tricolor), foglie di menta e foglie filiformi di radicchi o insalatine (reperibili in mazzetti al supermercato o dall’ortolano), cocco grattugiato.


PREPARAZIONE 

BISCOTTI “BRUTTI BONI”
Tritare non troppo finemente con un mixer le nocciole e le mandorle con l’aggiunta di un cucchiaio di zucchero e il coriandolo pestato.
Montare gli albumi a neve ferma, unire lo zucchero e continuare a sbattere fino a ottenere una crema fluida.
Mescolarvi il miele e il composto di mandorle e nocciole e far addensare a bagnomaria. Aromatizzare con scorza di arancia grattugiata.
Formare dei mucchietti di forma irregolare su una teglia imburrata e infarinata e metterli a cuocere in forno statico preriscaldato a 160° C per 20 minuti.

QUENELLES DOLCI di ZUCCA
Cuocere in una casseruola la zucca a cubetti, il latte e lo zucchero di canna, fino a consumare quasi totalmente il latte.
Nel frattempo tritare finemente in un mixer le mandorle con il cucchiaino di zucchero.
Mescolare energicamente con un cucchiaio di legno il composto di zucca per schiacciarla. Unirvi le mandorle sfarinate e metterlo in frigorifero.
Un attimo prima di formare le quenelles, andranno aggiunti gli amaretti sbriciolati.

CREMA al VIN SANTO e CANNELLA
Portare a ebollizione il latte con il succo d’acero.
Sbattere i tuorli con lo zucchero, unire la fecola e versare a filo il latte caldo.
Rimettere sul fuoco e cuocere la crema finché si addensa. Aromatizzarla con la cannella e il Vin Santo.
Se a questo punto la crema dovesse presentarsi molto grumosa, passarla in un colino. Deve comunque rimanere leggermente ‘stracciata’ per dare l’illusione di una crema di legumi o funghi.

IMPIATTAMENTO. Versare la crema calda al Vin Santo in piatti da dessert piuttosto fondi; con due cucchiai formare una quenelle di composto freddo di zucca e porla al centro del piatto. Disporvi intorno qualche pezzetto di biscotto (per simulare il pane), decorare con le mezze ciliegie (per simulare i pomodorini), con il cocco grattugiato (per simulare il parmigiano), con i fiori e con le foglie eduli.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Yes, superbamente delizioso, tu hai talent, compliments :-)
Lorenzo D.